stili di citazione bibliografica - Tesi Autore

Vuoi sapere tutto sulla Bibliografia Tesi? E allora scatta subito una bella spiegazione sugli stili di citazione bibliografica!

Perché se stai scrivendo la tesi (ma ciò è valido per qualsiasi elaborato accademico), di sicuro avrai fatto una ricerca bibliografica per trovare fonti da consultare che ti possano illuminare al meglio sull’argomento che stai trattando.

>>Trova le tue fonti con Bibliografia tesi: le fonti, dove trovarle?

Bene, nel redigere il tuo lavoro hai tutto il diritto di utilizzare i concetti presi dalle fonti che hai trovato durante la ricerca (ricorda, fonti autorevoli), l’importante è citare sempre.

Perché è importante citare?

  • Chi legge il tuo lavoro avrà modo di identificare e risalire alle fonti che hai consultato durante la stesura
  • Gli autori delle fonti avranno in tal modo il credito e la menzione che meritano e tu non incorrerai nell’ipotesi di plagio

Insomma, un bel guadagno per tutti!

E qui entrano in gioco gli stili di citazione bibliografica, ne esistono davvero tanti, specifici per disciplina.

Prima di tutto evidenziamo due concetti chiave:

  1. per citazione intertestuale si intende la citazione nel corpo del testo, ovvero in corrispondenza della parte di testo in cui hai riportato un concetto preso da una determinata fonte
  2. per riferimenti bibliografici si intende la bibliografia, ultima sezione della tesi, dove riporterai l’elenco di tutte le fonti che hai citato nel corpo del testo

Ogni stile di citazione bibliografica impone delle regole da seguire sia per l’inserimento della citazione intertestuale sia per la scrittura dei riferimenti bibliografici, in particolare:

    • Modalità di scrittura dei riferimenti bibliografici.

In che ordine vanno nome e cognome degli autori? Come va utilizzata la punteggiatura? Quali dati riportare a seconda della tipologia di fonte?

Conoscere questi dettagli è un vero e proprio obbligo (tanto che esiste un apposito servizio di Tesi d’Autore!)

    • Modalità di inserimento della citazione intertestuale:
      1. Autore-data: nel punto del testo in cui devi citare riporta l’autore e l’anno di pubblicazione
      2. Numerico: ogni fonte elencata nella bibliografia è abbinata ad un numero, nel punto del testo in cui devi citare riporta il numero corrispondete alla fonte
      3. Notazione: la fonte nel testo viene riportata con nota a piè di pagina in forma abbreviata.

 

Stile bibliograficoArea disciplinareSistema di citazione
HarvardEconomiaAutore-data
APAScienze socialiAutore-data
ACSChimicaNumerico
VancouverMedicinaNumerico
AMAMedicinaNumerico
Chicago AUmanisticaNotazione
Chicago BUmanisticaAutore-data
OSCOLAGiurisprudenzaNotazione

 

Gli stili di citazione bibliografica più popolari nella facoltà italiane sono APA, Chicago, Harvard, Vancouver e OSCOLA, di cui faremo degli esempi .

Per dovere di sintesi gli esempi riportati fanno riferimento ad un libro come fonte bibliografica (scritto da due autori).

Ti invito pertanto a richiedere alla tua facoltà le linee guida per la stesura della tesi dove troverai indicate le modalità di citazione per ogni tipologia di fonte (articoli su riviste, enciclopedie, papers online ecc).

>>Approfondisci con Bibliografia tesi: le fonti, cosa sono?

Stile APA

Stile di citazione più utilizzato in ambito accademico, in particolare per le scienze sociali.

Basato su sistema autore-data: nel  testo la fonte è indicata in forma abbreviata mentre nei riferimenti bibliografici si indicano tutti i dettagli.

Esempio di riferimento a un libro come fonte in Stile APA

Citazione intertestuale

Nel corso del XXI secolo si assisterà al passaggio dall’economia dei servizi all’economia delle esperienze, tale modello prende il nome di Experience Economy (Pine & Gilmore, 2000).

Riferimento in bibliografia

Pine, B. J., & Gilmore, J. B. (2000). L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio. Milano, Italia: Rizzoli Etas.

Stile Harvard

Stile di citazione più utilizzato in ambito economico.

Basato su Sistema autore-data, molto simile allo stile APA.

Esempio di riferimento a un libro come fonte in Stile HARVARD

Citazione intertestuale

Nel corso del XXI secolo si assisterà al passaggio dall’economia dei servizi all’economia delle esperienze, tale modello prende il nome di Experience Economy (Pine & Gilmore 2000).

Riferimento in bibliografia

Pine, B J & Gilmore, J B (2000). L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio, Rizzoli Etas, Milano

Stile Vancouver

Stile di citazione più utilizzato in ambito medico.

Basato su un sistema numerico: nel testo la fonte viene indicata con un numero mentre nei riferimenti bibliografici si indicano tutti i dettagli della fonte.

Esempio di riferimento a un libro come fonte in Stile Vancouver

Citazione intertestuale

Nel corso del XXI secolo si assisterà al passaggio dall’economia dei servizi all’economia delle esperienze, tale modello prende il nome di Experience Economy (1).

Riferimento in bibliografia

1. Pine B J, Gilmore J B. L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio. Milano: Rizzoli Etas: 2000.

Stile Chicago

Stile di citazione più utilizzato in ambito umanistico, ne esistono due variazioni:

Chicago A: sistema di notazione, si indica la fonte completa sia in piè di pagina che nei riferimenti bibliografici

Chicago B: sistema autore-data, si indica la fonte completa nei riferimenti bibliografici

Esempio di riferimento a un libro come fonte in Stile Chicago A

Chicago A- Citazione intertestuale

Nel corso del XXI secolo si assisterà al passaggio dall’economia dei servizi all’economia delle esperienze, tale modello prende il nome di Experience Economy.1

Chicago A- Nota a piè di pagina

1Joseph B. Pine e James H. Gilmore, L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio (Milano: Rizzoli Etas: 2000).

Chicago A – Riferimento in bibliografia

Pine, Joseph B. e James H. Gilmore. L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio. Milano: Rizzoli Etas: 2000.

Esempio di riferimento a un libro come fonte in Stile Chicago B

Chicago B – Citazione intertestuale

Nel corso del XXI secolo si assisterà al passaggio dall’economia dei servizi all’economia delle esperienze, tale modello prende il nome di Experience Economy (Pine e Gilmore 2000).

Chicago B – Riferimento in bibliografia

Pine, Joseph B. e James H. Gilmore. 2000. L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio. Milano: Rizzoli Etas.

Stile OSCOLA

Stile di citazione più utilizzato in ambito giuridico.

Basato su sistema di notazione, si indica la fonte completa sia in piè di pagina che nei riferimenti bibliografici.

Esempio di riferimento a un libro come fonte in Stile OSCOLA

Citazione intertestuale

Nel corso del XXI secolo si assisterà al passaggio dall’economia dei servizi all’economia delle esperienze, tale modello prende il nome di Experience Economy.1

Nota a piè di pagina

1Joseph B. Pine e James H. Gilmore, L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio (Rizzoli Etas, 2000).

Riferimento in bibliografia

Pine J B e Gilmore J H, L’ economia delle esperienze. Oltre il servizio (Rizzoli Etas, 2000).

Ricorda che lo stile di citazione è deciso dalla tua facoltà, non ti resta che scaricare le linee guida della tua facoltà per scoprire quale stile di citazione devi utilizzare nella bibliografia della tua tesi.

Schiarite le idee?

Noi, come sempre, facciamo il tifo per te.

Hai bisogno di alleati per la tua laurea? Vieni a scoprire i nostri servizi di assistenza Tesi di Laurea!

Blog testimonials - Tesi autore

Tesi d’Autore è un porto sicuro, in cui troverai un equipaggio pronto a collaborare con te con sapienza e passione per rendere gli obiettivi più vicini, meno stressanti, finalmente tuoi.

Staff
Tesi d'Autore

Scelti da più
di 2000 studenti

5-stars-white

Recensiti 5/5 dai nostri clienti

Articoli correlati